home page contattaci dove siamolo studio chi siamo


Spesometro, errori rimediabili
Alessandro Caputo e Gian Paolo Tosoni - II Sole 24 Ore - pag. 17
Conto alla rovescia per l’invio delle comunicazioni Iva da effettuare entro il 28 settembre. Imprese e professionisti lavorano sullo spesometro. La trasmissione del documento sbagliato viene scartata ma a volte gli scarti dell’Agenzia sono immotivati. Anche il Consiglio nazionale dei consulenti del lavoro segnala le difficoltà di invio dei dati quando, ad esempio, un cliente o un fornitore è cessato nei primi mesi dell’anno oppure quando uno stesso fornitore ha emesso più fatture. Per cercare di chiarire i dubbi l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato nel suo sito numerose Faq e relative risposte che riguardano le regole di compilazione e di trasmissione del file. In caso di rettifica del file, vanno sempre indicati i dati del file originario, ovvero di quello con cui sono stati trasmessi i dati la prima volta; se è necessario procedere all’annullamento a seguito della verifica, si deve ancora una volta far riferimento al file originario. L’Agenzia suggerisce di costruire file di dimensioni ridotte. (Ved. anche Italia Oggi: 'Spesometro, invio dei dati critico' – pag. 28)

rassegna stampa
scadenze fiscali
novità
circolari
link
visitatore n° 300089

admin
copyright Studio Gavazzeni - commercialisti e revisori legali partita iva: 04024350169metaping srl: servizi in rete per commercialisti ed economisti d'impresa